CINQUE TERRE: trekking – 25/29 sett. 2022 – 5gg

SENTIERO AZZURRO; trekking e relax; vigneti e mare; servizi di qualità


Un TOUR tutto NUOVO ed un NUOVO modo di intendere un TOUR!

TREKKING: intenso e soddisfacente, MA NON sfibrante. Adatto a quelle persone – anche non più giovanissime – che amano vivere in modo ATTIVO, che si ALLENANO regolarmente e praticano sport, ma SENZA ECCEDERE con lunghezze e ritmi massacranti. Rispettandosi e godendosi i meritati momenti di RELAX.

TURISMO LENTO: vivere il TERRITORIO, assaporarlo, percorrerne i SENTIERI, respirarne il MARE. CINQUE giorni di viaggio per CINQUE piccoli, bellissimi BORGHI da scoprire.

NATURA, CULTURA, ENOGASTRONOMIA: in un mix equilibrato con ARMONIA.

Viaggio A/R in PULLMAN riservato e brevi spostamenti in loco col TRENO, la forma di trasporto più ECOSOSTENIBILE ed AGILE all’interno del Parco delle Cinque Terre. Sistemazione all’Hotel Carla 3* di LEVANTO: piccolo, accogliente, funzionale, comodo. Guida Ambientale Escursionistica a spiegarci i territori lungo il cammino e accompagnatrice Annamaria sempre con noi.

Con le biciclette lungo la ciclopedonale che costeggia il mare verso Bonassola e la Madonnina della Punta; con scarponi e bastoncini tra i terrazzamenti eroici dove nasce lo Sciacchetrà – e lo assaggeremo in cantina! – o in costa al mare; a far pic-nic a Punta Mesco al Podere Case Lovara del FAI; a leggere MONTALE a Monterosso, là dove il poeta andava a passeggiare; a cenare l’ultima sera in ristorante guardando il mare; a raggiungere Portovenere in battello, perchè così l’abbracceremo tutta con uno sguardo

A vivere!

Un gran bel TREKKING TOUR a marchio DOIT.


Prenota con TRANQUILLITA’

Tutte le nostre POLIZZE ASSICURATIVE sono AGGIORNATE con nuove GARANZIE ANTI COVID-19 in caso di fermo sanitario dell’Assicurato, o di impossibilità a partire a seguito di infezione da Covid 19.

Garantiamo un RIMBORSO 100% 

In caso di ANNULLAMENTO per nuove norme, ci impegniamo a RIMBORSARE 1l 100% della somma versata, SENZA TRATTENUTA di PENALI o VOUCHER, ad eccezione di importi per servizi che richiedono il pagamento immediato.


PROGRAMMA

Domenica 25 settembre 2022:

VENEZIA – LEVANTO – BONASSOLA

ESCURSIONE: “Pedalando senza fretta”

Ritrovo dei partecipanti con l’accompagnatrice Annamaria e partenza in pullman riservato  verso la Liguria.

Orari e punti di carico:

  • Ore 7.50 NOVENTA di PIAVE – Park Hotel OMNIA
  • Ore 8.40 PADOVA

Pranzo libero in autostrada durante il tragitto.

Arrivo a Levanto, check-in all’Hotel Carla 3* con assegnazione delle camere e sistemazione dei bagagli.

L’Hotel Carla è gestito direttamente dalla famiglia Tuvo, si trova nel centro di Levanto, a 400 metri dal Mar Ligure e a circa 10 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria. La posizione è ottima sia per andare alla scoperta delle Cinque Terre, che per godersi il tempo libero con una passeggiata sul bel lungomare o nel vivace centro cittadino.

Levanto ha due distinti centri storici: il primo, di origine medievale, sorge in posizione elevata in direzione di Punta del Mesco, il secondo si è sviluppato nel ‘600 nella zona pianeggiante intorno all’attuale Via Garibaldi. Fanno da cerniera tra le due parti l’alberata Piazza Staglieno e Via Dante, vivace arteria commerciale. Levanto ha eleganti ville liberty, tra cui Villa Agnelli, un Casinò degli Anni ’30 in stile razionalista e un soleggiato lungomare. Poche località del Levante possono vantare una spiaggia grande e di sabbia fine come quella di Levanto.

Nel pomeriggio incontro con la guida GAE abilitata del Parco Nazionale delle Cinque Terre, che ci seguirà per 4 giorni nelle escursioni del Tour. Partenza per un facile giro in bicicletta (tipo Olanda o city-bike; noleggio incluso) lungo la panoramica pista ciclopedonale che porta a Bonassola. Il percorso pianeggiante è stato ricavato dalla vecchia linea ferroviaria dismessa. Si pedala ora vicini al mare, ora nelle gallerie illuminate, con scorci improvvisi su incantevoli insenature rocciose.

Una volta giunti a Bonassola, con un’agevole passeggiata a piedi lungo un sentiero sulla scogliera raggiungeremo sulla punta del promontorio la minuscola Cappella della Madonnina della Punta. Lo sguardo spazia sul golfo ed il mare circostante. La mente respira. A seguire rientro in hotel.

Cena nel ristorante dell’hotel (menù a scelta tra due opzioni e bevande incluse). Pernottamento.


ESCURSIONE IN BICICLETTA – dati tecnici:

  • Difficoltà: T (TURISTICO)
  • Lunghezza complessiva: 7,6 km
  • Dislivello complessivo: circa 100 mt.
  • Durata complessiva incluse soste: 3 h/ 3 h 30′

Lunedì 26 settembre:

CORNIGLIA – MANAROLA

TREKKING: “Tra i vigneti terrazzati”

Dopo la prima colazione in hotel, partenza in treno per Corniglia in compagnia della nostra guida GAE e di Annamaria (biglietto incluso – 12 min. di tragitto).

All’arrivo in stazione si capisce subito perchè Corniglia è la meno marinara delle Cinque Terre. Il borgo sorge su uno sperone di roccia a 90 m. di altezza. Vi si sale con la Lardarina, una larga scalinata di mattoni che porta in breve al paese (è disponibile in alternativa un servizio di autobus navetta  – costo € 1,50).

L’antico borgo di Corniglia è lineare e si sviluppa “a nastro” lungo Via Fieschi, sulla quale si allineano le alte case colorate, i locali e le botteghe. E’ circondato su tre lati da vigneti e terrazzamenti. Il paese ha origini romane e produceva già allora un rinomato vino bianco. E’ interessante ricordare che durante gli scavi di Pompei, furono ritrovate anfore vinarie sulle quali compariva il nome di “Cornelia”. 

Ognuno dei tre percorsi trekking che abbiamo pensato per questo viaggio si concentra su un aspetto specifico delle Cinque Terre. Il percorso di oggi è dedicato al paesaggio agricolo, ai vigneti terrazzati, ai muretti a secco. Camminando lungo i Sentieri del Parco Nazionale tra Corniglia e Manarola, attraverseremo luoghi di eccezionale bellezza, vedremo il mare, annuseremo il suo profumo, toccheremo le viti, vedremo come funzionano le monorotaie che aiutano i contadini nel loro duro lavoro.


N.B. I tre percorsi trekking proposti in questo Tour nelle Cinque Terre hanno una difficoltà via via decrescente. Il trekking di oggi è il più impegnativo. Chi non se la sentisse di partecipare potrà, una volta giunto a Corniglia col gruppo, godersi un po’ di tempo libero in autonomia, per spostarsi poi – sempre in treno – a Manarola, dove giungeranno gli altri dopo la camminata. Annamaria sarà a disposizione per dare le necessarie informazioni.


E’ la terra del vino Cinque Terre DOC e dello Sciacchetrà, un vino passito, dolce e liquoroso, ottenuto da uve bosco, albarola e vermentino, lasciate appassire fino a novembre e poi sgranate a mano per selezionare solo gli acini migliori.

Lungo la camminata attraverseremo il borgo di Volastra, che dai suoi 300 m. slm domina il golfo, con il Santuario di Nostra Signora della Salute, in forme romaniche con decorazioni gotiche. Faremo tappa alla Cooperativa Agricola Cinque Terre per visita e light lunch. Sarà pronta per noi una merenda a base di bruschette, focaccia, torte d’erbe in abbinamento ad un vino bianco secco e un dolcetto locale in abbinamento ad un calice di Sciacchetrà.

La cantina Cinque Terre è nata con lo scopo statutario di salvaguardare e incentivare lo sviluppo della viticoltura locale. Si tratta di una rete cooperativa di oltre 200 soci, che può contare su una struttura funzionale e moderna, anche se i conferitori sono di età abbastanza elevata. I vigneti sono frazionati tra tutti i comuni delle Cinque Terre, si sviluppano su stretti terrazzamenti, sorretti da antichi muretti a secco.

All’arrivo a Manarola presentazione del borgo e tempo libero per il relax e la visita.

Manarola fu fondata alla fine del XII secolo. Lo scenografico borgo ricopre un enorme scoglio di arenaria a picco sul mare, digradando verso un minuscolo approdo. Pregevole la parrocchiale di S. Lorenzo del 1338. La deliziosa piazzetta su cui prospetta la chiesa è il fulcro monumentale del paese.

Rientro in treno da Manarola a Levanto (biglietto incluso – 16 min. di tragitto).

In serata cena in hotel e pernottamento.


TREKKING VIGNETI TERRAZZATI – dati tecnici

  • Difficoltà: E (ESCURSIONISTICO)
  • Lunghezza complessiva: 7,8 km
  • Dislivello complessivo: circa 700 m. (sommando salite e discese) (altezza max. raggiunta 330 m. slm)
  • Durata complessiva incluse soste: 6/7 h + cantina

N.B. Si tratta di un itinerario suggestivo e molto panoramico che corre in quota tra i vigneti e domina il mare dall’alto. I tratti più impegnativi sono il primo e l’ultimo: per salire in quota (330 m. slm) da Corniglia e scendere alla fine a Manarola. 


Martedì 27 settembre:

PUNTA MESCO – Podere Case Lovara FAI – MONTEROSSO

TREKKING: “Sulle tracce di Montale”

Dopo la prima colazione in hotel, partenza a piedi con guida GAE e Annamaria verso Punta Mesco. Questo selvaggio e boscoso promontorio separa le Cinque Terre dal resto della Riviera spezzina e si raggiunge solo a piedi. E’ una delle passeggiate più affascinanti, con panorami che si allargano via via verso l’orizzonte.

Partendo dal borgo e dalla spiaggia di Levanto, incontreremo lungo il percorso estese pinete alternate a piccoli vigneti e case rurali, arrivando infine al Podere Case Lovara, in cima al promontorio. Il Podere comprende un edificio del XVII secolo e uno del XX, adibito a rustico agricolo, con fasce terrazzate affacciate su uno dei tratti mare più belli della regione.  Il FAI sta portando avanti qui un progetto di recupero di un mondo agricolo antico: stanno rinascendo l’uliveto, l’orto ed il frutteto sui caratteristici terrazzamenti.  Le coltivazioni non fanno alcun uso di diserbanti o pesticidi.

Ingresso, visita guidata e pic-nic sui tavoli in giardino o nella foresteria del Podere (la merenda al sacco verrà consegnata a ciascun partecipante in hotel al mattino, prima della partenza).

Proseguendo lungo il sentiero che scende a Monterosso attraverseremo una straordinaria lecceta secolare e visiteremo i resti dell’Eremo medievale di Sant’Antonio. La chiesa, ora abbandonata, fu utilizzata dall’XI al XVII secolo. I monaci avevano anche l’incarico di segnalare al paese l’arrivo di pirati tramite l’accensione di falò.

Alle pendici della collina del Mesco si trova la cosiddetta “pagoda giallognola” dove soggiornò a lungo e fin dall’infanzia il poeta, Premio Nobel per la letteratura, Eugenio Montale. Egli dagli ambienti delle Cinque Terre trasse ispirazione per le sue poesie. Con Annamaria ci prenderemo qualche momento di relax per rileggerne alcune tra le più note proprio qui davanti al mare dove sono nate.

All’arrivo a Monterosso, presentazione del borgo e tempo libero per il relax e la visita.

Monterosso presenta un duplice aspetto. Il nucleo vecchio, incassato alla foce del torrente Buranco, ha un grande valore ambientale, benchè segnato dal passaggio sul fronte mare della strada ferrata, che si frappone tra la bella spiaggia e l’abitato con le anguste stradine che si inerpicano sul colle. Aldilà del promontorio roccioso di San Cristoforo, si trova la più ampia zona turistico-balneare di Fegina, tipica stazione di villeggiatura di antica e nobile tradizione. 

Rientro in treno da Monterosso a Levanto (biglietto incluso – 4 min. di tragitto).

In serata cena in hotel e pernottamento.


TREKKING PUNTA MESCO – dati tecnici

  • Difficoltà: E (ESCURSIONISTICO)
  • Lunghezza complessiva: 7 km
  • Dislivello complessivo: circa 350 m. (sommando salite e discese)
  • Durata complessiva incluse soste: 5 h + Podere Case Lovara

Mercoledì 28 settembre:

CORNIGLIA – VERNAZZA – RIOMAGGIORE

TREKKING: “Il Sentiero Azzurro”

Dopo la prima colazione in hotel, partenza in treno per Corniglia in compagnia della nostra guida GAE e di Annamaria (biglietto incluso – 12 min. di tragitto).

Tra tutti i sentieri escursionistici delle Cinque Terre, il più famoso e frequentato è il Sentiero Azzurro. A diretto contatto col mare e a filo di costa, collega i cinque borghi con uno sviluppo di 12 km complessivi.  Fu tracciato nei secoli dagli abitanti, che lo utilizzavano abitualmente per spostarsi da una località all’altra e per accedere alle vigne. Noi ne percorreremo un tratto molto suggestivo: quello che collega Corniglia a Vernazza (pedaggio incluso).

All’arrivo a Vernazza, presentazione del borgo e un po’ di tempo a disposizione per il pranzo libero, il relax e la visita.

L’antico borgo di Vernazza si formò già in epoca altomedievale intorno allo sbocco a mare del torrente Vernazzola. La maggiore prosperità rispetto agli altri centri più rurali delle Cinque Terre è evidente nell’eleganza delle case che si affacciano sulla piazzetta di fronte al porto. Prosperità dovuta principalmente alla presenza di un approdo sicuro per imbarcazioni più grandi dei semplici gozzi dei pescatori. Già nel XIII secolo Vernazza era stata dotata di un porto ed era in grado di accogliere le galee.

Su un lato della piazza si accede alla parrocchiale di S. Margherita di Antiochia, costruita nel 1318 in stile gotico ligure sulle fondamenta di una chiesa romanica preesistente. Sul promontorio roccioso che chiude a sud il porto si erge invece quanto rimane del Castello Doria, del XIII secolo.

Rientro in treno in hotel (biglietto incluso – 8 min. di tragitto). Dopo un po’ di relax in camera, ripartiamo in treno alla volta di Riomaggiore (biglietto incluso – 19 minuti).

Si avvicina la conclusione del tour e ci vogliamo coccolare: ecco per noi una passeggiata rilassante nell’ora del tramonto e una cena in ristorante a Riomaggiore – la prima delle Cinque Terre arrivando da La Spezia e l’ultima che visiteremo – guardando il mare.

Arrivando a Riomaggiore dalla stazione ferroviaria, colpisce lungo il tunnel pedonale un bel mosaico polimaterico di 157 metri. E’ opera di Silvio Benedetto, artista italo-argentino che ha realizzato anche molti murales che si trovano in vari punti delle Cinque Terre. Sono stati realizzati nel 1999 su commissione del Parco Nazionale. Gli edifici del paese si ammassano uno sull’altro e ripide scalette – perpendicolari rispetto al corso centrale – portano alle vie più alte. Le case hanno sempre due ingressi: uno al primo piano, sul fronte della via e l’altro ai piani superiori sul vicolo retrostante. Di pregio la parrocchiale di S. Giovanni Battista, del XIV secolo. Dai resti del castello si gode un bellissimo panorama su Capo Montenero e su un ampio tratto di mare. Tra i primi visitatori di Riomaggiore ricordiamo Telemaco Signorini, pittore macchiaiolo che ci ha lasciato memorabili dipinti delle Cinque Terre.

Dopo cena rientro in hotel in treno (biglietto incluso – 19 minuti) e pernottamento.


TREKKING SENTIERO AZZURRO – dati tecnici

  • Difficoltà: E (ESCURSIONISTICO)
  • Lunghezza complessiva: 4,2 km
  • Dislivello complessivo: circa 270 m. (sommando salite e discese)
  • Durata complessiva incluse soste: 3/4 h 

Giovedì 29 settembre:

PORTOVENERE – VENEZIA

ESCURSIONE: “In battello”

Dopo la prima colazione in hotel, rilascio delle camere e partenza in treno verso La Spezia (biglietto incluso – 20 minuti).


I nostri bagagli rimarranno in hotel, in una saletta a noi riservata e saranno ritirati dall’azienda di noleggio pullman incaricata del transfer pomeridiano verso Venezia. Una volta caricati i bagagli in pullman, gli autisti verranno a prelevare il gruppo a Portovenere, al termine della nostra escursione.


Il gruppo, una volta giunto in treno a La Spezia, si imbarcherà verso Portovenere. Una delle esperienze da non perdere di questo tour è proprio l’arrivo a Portovenere dal mare: il borgo è un vero gioiello e sarà ancora più bello goderselo così, al di fuori dei mesi estivi affollati di turisti e abbracciandolo tutto con lo sguardo da lontano prima di toccare terra.

Portovenere ha una posizione che in passato era strategica per il controllo dell’ingresso nel Golfo dei Poeti. Salendo la via si arriva al largo spazio che termina con la Chiesa di S. Pietro, costruita su uno sperone roccioso proteso verso il mare aperto, dove in precedenza sorgeva un tempio dedicato a Venere. La chiesa ha origini paleocristiane (VI secolo) e la struttura primaria (in marmo nero della Palmaria) si distingue bene dal successivo ampliamento genovese. La vista verso le Cinque Terre e Punta Mesco è strepitosa se si sale sulla loggia colonnata che affianca la chiesa. Ricordiamo anche la parrocchiale di San Lorenzo ed il Castello Doria.

Il luogo più affollato di Portovenere è però la sua marina, con la celebre palizzata a mare, un fronte compatto di alti edifici dai tenui colori pastello. Qui botteghe, ristoranti e locali all’aperto con vista sulle bocche di Portovenere, sull’isola di Palmaria e sulle barche a vela ormeggiate.

Dopo un’introduzione al borgo da parte di Annamaria, tempo a disposizione dei partecipanti per relax e acquisti. Pranzo libero. L’accompagnatrice resterà a disposizione del gruppo.

Nel primo pomeriggio ricongiungimento col pullman riservato, che avrà già caricato i nostri bagagli in hotel, e partenza per il rientro in Veneto, alle mete di destinazione. 


VALUTAZIONE CAI dei trekking proposti: “E – ESCURSIONISTICO”

“Itinerari che si volgono su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie). Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi, dove tuttavia i tratti esposti sono in genere protetti o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi né impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, moschettoni, ecc.). Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza dell’ambiente alpino, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati. Costituiscono la grande maggioranza dei percorsi escursionistici sulle montagne italiane.”

E’ necessaria una certa capacità di resistenza ed è consigliato l’uso di bastoncini e scarpe da montagna.

Non raccomandato per le persone con difficoltà motorie.


L’ordine delle escursioni potrà subire variazioni per motivi tecnici. Nel caso di condizioni meteo avverse ci riserviamo la possibilità di modificare il programma per garantire al contempo la sicurezza dei partecipanti e la miglior fruibilità e conoscenza possibile dell’isola.


QUOTE E DETTAGLI

Quota di partecipazione a persona in camera doppia: € 1.100

Supplemento camera singola: € 260


Assicurazione facoltativa contro l’annullamento: € 80


Minimo 15 – Massimo 22 partecipanti

L’iscrizione e la partecipazione al viaggio è regolata dal Contratto di Viaggio riportato nel sito www.doitviaggi.com e disponibili in agenzia. Le normative, i massimali assicurati e le possibili integrazioni sono riportati nel sito www.doitviaggi.com e disponibili in agenzia.


LA QUOTA COMPRENDE

  • Pullman riservato A/R con servizio pick-up bagagli in hotel il 5° giorno;
  • Soggiorno all’Hotel Carla 3* a Levanto; trattamento di mezza pensione (esclusa la 4° cena), con bevande incluse ai pasti (1/4 vino – 1/2 acqua);
  • Tasse di soggiorno e pedaggi di accesso alle aree cittadine;
  • 1 Cena in ristorante a Riomaggiore il 4° giorno;
  • 1 Visita in cantina + merenda + degustazione 2 vini (Cinque Terre DOC + Sciacchetrà) il 2° giorno;
  • 1 Merenda al sacco da consumare a Punta Mesco il 3° giorno;
  • Biglietti del treno + Cinque Terre MS Card per l’accesso ai sentieri del Parco;
  • Noleggio biciclette Olanda o city bike il 1° giorno;
  • Battello La Spezia/Portovenere il 5° giorno;
  • Biglietto FAI Podere Case Lovara;
  • Guida GAE del Parco Nazionale delle Cinque Terre; 
  • Accompagnamento della Dott.ssa Annamaria Ferro in tutte le escursioni ed attività di gruppo;
  • Assicurazione medico – bagaglio con copertura fino a € 1.000 *

* La polizza è stata integrata con nuove GARANZIE ANTI COVID-19, in caso di fermo sanitario
dell’Assicurato, disposto dall’autorità competente per motivi di sicurezza:

  • al momento del suo arrivo presso l’aeroporto del Paese di destinazione o di transito;
  • oppure durante il corso del viaggio allo scopo di effettuare accertamenti sanitari;
  • in caso di dichiarata quarantena con permanenza forzata sul posto;

Axa rimborsa gli eventuali maggiori costi essenziali e indispensabili per vitto e sistemazione
alberghiera sostenuti dall’Assicurato per la permanenza forzata in loco e per i titoli di viaggi per il
rientro nel territorio italiano. Per tutti i dettagli consultare il prospetto informativo allegato.


LA QUOTA NON COMPRENDE

  • I pranzi del 1°, 4° e 5° giorno;
  • Mance; extra personali e quanto non indicato alla voce “La quota comprende”;
  • La polizza assicurativa contro le penali di annullamento per cause mediche certificate (senza franchigia): € 80**;
  • Le mance che verranno raccolte in loco dal nostro accompagnatore: € 20
  • Gli extra di carattere generale e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

** La polizza è stata integrata con nuove GARANZIE ANTI COVID-19 incluso l’impossibilità di
intraprendere il viaggio a seguito di infezione da Covid 19 dell’Assicurato o dei suoi familiari, isolamento fiduciario o sorvegliato.


DOCUMENTI NECESSARI:

Carta d’identità in corso di validità; Green Pass.


PAGAMENTI:

Acconto all’iscrizione 30% da versarsi:

  • Direttamente in Agenzia o tramite bonifico bancario a DOIT Viaggi di I.T.P. Srl
  • BENEFICIARIO: ITP SRL
  • Coordinate bancarie:
  • Monte dei Paschi di Siena – Filiale 2697 di Padova – 13, Via Giuseppe Verdi – Padova – PD
  • IBAN: IT 31 Q 01030 12190 000061256229
  • BIC: PASCITM1290

ORGANIZZAZIONE TECNICA:

DOIT Viaggi di I.T.P. Srl

  • Via Tiziano Aspetti, 246 – 35133 Padova
  • Tel. 049-618500 Fax 049613955
  • Email doit@doitviaggi.it
  • Web www.doitviaggi.com
  • Det. Reg. 2567 – Prot. 78723

INFORMAZIONI:

Dott.ssa Annamaria Ferro

  • Cell. 328-8132206
  • info@iviaggidiannamaria.com
  • Web: www.iviaggidiannamaria.com

DOIT Viaggi di I.T.P. Srl

  • Via Tiziano Aspetti, 246 – 35133 Padova
  • Tel. 049-618500 Fax 049613955
  • Email doit@doitviaggi.it
  • Web www.doitviaggi.com

SCARICA LE CONDIZIONI DI VIAGGIO:

Doit Viaggi – Condizioni generali di contratto di vendita


SCARICA l’Assicurazione Medico-Bagaglio SEMPRE COMPRESA con copertura COVID:

Doit Viaggi – Assicurazione Medico Bagaglio


SCARICA l’Assicurazione Annullamento FACOLTATIVA con copertura COVID:

Doit Viaggi – Assicurazione Annullamento e rimborso franchigia


MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI


    Il tuo nome *

    La tua email *

    Telefono

    Titolo

    Oggetto

    Il tuo messaggio *

    *campo obbligatorio.

    [recaptcha]