Le TERRE di FUOCO – 12/18 ottobre 2022 – 7gg

TOUR guidato a ISCHIA, PROCIDA, CAMPI FLEGREI: Trekking e ballate ischitane


Come una madre abbraccia i suoi figli, così i CAMPI FLEGREI si allargano inglobando le due isole di ISCHIA e PROCIDA: due isole, due anime, due storie diverse e affascinanti. Figlie della stessa “Terra di Fuoco”, Ischia e Procida raccontano una STORIA che si intreccia con il MITO, con la NATURA incontaminata, con il FUOCO che fa ribollire le acque e rigenera il corpo.

Un TOUR di 7 giorni in PENSIONE COMPLETA con bevande incluse, con base al GRIFO HOTEL Charme & SPA 4* di ISCHIA, con tanti INGRESSI COMPRESI. Saremo guidati da una GUIDA TURISTICA ischitana e accompagnati da ANNAMARIA.

E oltre a tutto il bello che già c’è, aggiungiamoci anche due CILIEGINE sulla TORTA: due facili ed ORIGINALI escursioni TREKKING accompagnati da GUIDE AMBIENTALI ESCURSIONISTICHE locali.

La PRIMA – con vista su Procida e Vivara – ci porterà nella zona dei CRATERI VULCANICI più recenti, e si concluderà con MERENDA e DEGUSTAZIONE vini in una piccola CANTINA isolana.

La SECONDA – con vista su Sant’Angelo, Capri ed il Golfo di Napoli – sarà al RITMO delle CANZONI POPOLARI, a rievocare storie legate al tempo delle INCURSIONI SARACENE. Al termine della passeggiata, COTTURA di UOVA e PATATE sotto la sabbia calda delle FUMAROLE.

Un’intera giornata sarà dedicata alla visita guidata di PROCIDA – con le Letture in Viaggio” di Annamaria – e due mezze giornate alle aree archeologiche di CUMA e POZZUOLI.

Ingressi e visite guidate al Castello ARAGONESE di Ischia, al Museo di PITHECUSAE e ai Giardini LA MORTELLA.

E inoltre due POMERIGGI LIBERI per il RELAX in Hotel. 

Viaggio A/R in treno Freccia Rossa da Mestre e Padova (possibilità di partenza da altre città), pullman riservato e spostamenti in traghetto o aliscafo compresi. 


Prenota con TRANQUILLITA’

Tutte le nostre POLIZZE ASSICURATIVE sono AGGIORNATE con nuove GARANZIE ANTI COVID-19 in caso di fermo sanitario dell’Assicurato, o di impossibilità a partire a seguito di infezione da Covid 19.

Garantiamo un RIMBORSO 100% 

In caso di ANNULLAMENTO per nuove norme, ci impegniamo a RIMBORSARE 1l 100% della somma versata, SENZA TRATTENUTA di PENALI o VOUCHER, ad eccezione di importi per servizi che richiedono il pagamento immediato.


PROGRAMMA

Mercoledì 12 ottobre 2022: CAMPI FLEGREI – CUMA: la storia e il mito

Ritrovo dei partecipanti con l’accompagnatrice Annamaria alla Stazione FS di MESTRE in tempo utile per prendere il treno Italo delle ore 7.17 (orario da riconfermare) diretto a NAPOLI. Possibili ulteriori carichi a PADOVA, FERRARA, BOLOGNA, FIRENZE, ROMA. Arrivo previsto a NAPOLI CENTRALE alle ore 12.28. Possibili partenza da altre città italiane.

Ad attenderci il nostro pullman GT riservato. Carico bagagli e transfer verso i Campi Flegrei.

Prima di dedicarci al nostro programma di visite pomeridiane, pranzo in una rinomata pizzeria con MARGHERITA VERACE: pomodoro San Marzano, mozzarella di bufala, pecorino romano, olio extravergine d’oliva e basilico. Il nostro primo assaggio di Campania

Dopo mangiato, incontro con guida turistica abilitata dei Campi Flegrei e visita del Parco Archeologico di CUMA. Scopriremo le tracce della più antica tra tutte le colonie greche del Mediterraneo Occidentale e una delle più ricche e colte.

CUMA si trova nella zona più antica dei CAMPI FLEGREI, fu fondata alla fine dell’VIII sec. a.C. e si affermò ben presto come importante centro commerciale. Dai centri dell’Etruria importava il ferro delle miniere dell’isola d’Elba, mentre vi esportava i gioielli che giungevano dall’Oriente. Conobbe in età augustea un rilancio come centro religioso, sulla scia dell’ENEIDE di Virgilio. Infatti l’eroe Enea, prima di affrontare la discesa agli Inferi attraverso la Porta che il poeta colloca proprio in quest’aerea, si reca a Cuma a consultare l’oracolo della Sibilla.

All’interno del Parco visiteremo: l’Acropoli, che racchiude l’Antro della Sibilla, la Torre Bizantina con il Belvedere, la Terrazza Inferiore, tradizionalmente denominata Tempio di Apollo e la Terrazza Superiore sulla sommità del Monte di Cuma, denominata Tempio di Giove.

A seguire transfer in pullman al PORTO di POZZUOLI per l’imbarco sul traghetto che ci porterà ad ISCHIA (servizio bagaglio fino all’hotel incluso).

Check in al Grifo Hotel Charme & SPA 4*.

L’Hotel è situato a Casamicciola in posizione panoramica, a 1,5 km dal Porto di Ischia. Le camere sono dotate di balcone o patio con vista sulle montagne o sul mare. Nella zona benessere sono a libero accesso (su prenotazione): piscina termale, piscina emozionale con idromassaggio, doccia nebulizzante, area relax. L’Hotel è inoltre dotato di una piscina scoperta con acqua a 36°C con cascata a parete ed idromassaggio.

Consegna delle camere, cena in Hotel con menù a scelta e bevande incluse. Pernottamento.


Giovedì 13 ottobre: ISCHIA – Natura, cultura, storia

Dopo la prima colazione in Hotel, partenza in pullman con la nostra guida ischitana e non vede l’ora di raccontarci tutte le bellezze ed i segreti della sua terra.

Nel corso della mattinata visita al Museo Archeologico di Pithecusae, che illustra la storia dell’isola dalla preistoria all’età romana. Il Museo si trova a LACCO AMENOvivace ed elegante cittadina frequentata da Liz Taylor, Richard Burton, William Holden – ed è allestito nella 700esca Villa Arbusto. Tra i suoi reperti spicca la Coppa di Nestore, che riporta una delle più antiche iscrizioni metriche in greco. All’interno della villa, dal panoramico e rigoglioso giardino, è ospitato anche un museo “Angelo Rizzoli” dedicato all’imprenditore che qui  dimorò e per cui venne restaurata la dimora.

A seguire visita guidata ai Giardini La Mortella, verdeggiante oasi di terrazzi, giochi d’acqua, essenze tropicali progettata a partire dal 1958 per il compositore inglese William Walton sotto la direzione e le cure della moglie Susana, di origine argentina.

Oggi il parco appartiene alla “Fondazione William Walton e La Mortella” ed è uno dei più bei giardini privati in Europa.

Questo giardino incantevole è stato creato in 50 anni con senso artistico, amore e determinazione da Lady Walton,  che lo ha iniziato per offrire al compositore un rifugio nel quale lavorare in serenità ed isolamento. Mentre William componeva, Susana creava un proprio capolavoro, unico, fatto di fiori e piante; piantando instancabilmente, dando forma e struttura ad un terreno impervio e poco promettente, propagando ed irrigando e, credendo nella forza dei sogni, man mano ha creato un giardino che oggi ospita migliaia di piante rare ed esotiche. Per Susana Walton, la Mortella è stata la missione di una vita, un monumento al talento e alle opere di William, e un toccante ricordo del grande amore che hanno vissuto.

Pranzo in ristorante e, nel pomeriggio, transfer in pullman alla vicina FORIO per passeggiata e visita guidata del centro storico.

Sulla costa occidentale dell’isola Forio si affaccia sul mare aperto, sotto la mole del monte Epomeo. E’ il comune più esteso dell’isola e le molte torri che segnano il suo territorio ricordano appunto le trascorse invasioni saracene. Dal Torrione di fine ‘400 che domina l’abitato si coglie una veduta d’insieme della città vecchia, con bianche case strette intorno a piccole corti, tra vicoli medievali che nel 1949 stregarono Truman Capote, che qui scrisse “Summer crossing. Incontro d’estate”. Nella Chiesa del Soccorso – che guarda solitaria il mare dalla punta del promontorio – belle maioliche settecentesche e commoventi ex voto lasciati dai marinai.

Rientro in Hotel, cena e pernottamento.


Venerdì 14 ottobre: ISCHIA – Il vulcano

Dopo la prima colazione in Hotel, transfer in pullman per una facile escursione trekking a cui dedicheremo la mattinata. Accompagnati da una Guida Ambientale Escursionistica che fa parte di un’Associazione locale da anni impegnata nella diffusione della cultura del mare e del territorio ischitano, seguiremo un percorso che si sviluppa attorno ad una serie di crateri nella zona vulcanica più recente e meglio conservata dell’isola. 

  • Grado di difficoltà: T/E – Turistico/Escursionistico

  • Dislivello in salita: 150 m.
  • Dislivello in discesa: 200 m.

  • Quota massima: 265 m.

  • Sviluppo complessivo del percorso: 3,5 km

  • Equipaggiamento: Scarpe da trekking, abbigliamento “a strati”, acqua.

Partiremo da un pianoro interno e subito scorgeremo un campo di fumarole, testimonianza dell’attività vulcanica dell’isola. Tra la variegata flora ecco il rarissimo Pycreus polystachyus (il “papiro delle fumarole”) specie che solitamente si ritrova ai tropici, ma che qui beneficia di un microhabitat favorevole alla sua crescita. Scenderemo poi verso il fondo del cratere lungo un agevole sentiero che attraversa un bosco di lecci. Un grande albero monumentale ci invita ad una piacevole pausa ritemprante alietata dal cinguettio delle diverse specie di uccelli che frequentano l’isola.

Quindi saliremo verso il bordo del cratere per ammirare il panorama sul Porto di Ischia e, più in là, su Procida e Vivara, sui Campi Flegrei ed il Vesuvio.

Infine, prima di concludere il nostro cammino nel paesino di FIAIANO, edificato sulla colata del Cratere dell’Arso (ultima eruzione dell’isola, 1301 d.C.) faremo sosta in una tipica cantina, per una merenda rustica a base di prodotti di stagione e vino di produzione propria.

La viticoltura sull’isola di Ischia ha origini millenarie. A confermarlo l’incisione sulla coppa di Nestore – conservata al Museo di Lacco Ameno, già da noi visitato – che attesta la produzione vinicola sull’isola già nel VIII secolo a.c. . A confermare il forte legame tra vino e territorio è anche il nome dell’Isola Verde: Aenaria deriva, infatti, dal greco “Oenaria” che significa luogo delle viti o del vino. La viticoltura è quindi da sempre parte integrante dell’economia ischitana. Sull’isola vengono coltivate uve autoctone: tra i bianchi troviamo il “Biancolella”, dal sapore fruttato e floreale, e il “Forastera”, più corposo. Tra i rossi troviamo, invece, “O Per’’è Palummo” (ovvero “piede di colombo”, chiamato così perché l’uva assomiglia al piede a tre dita del colombo) conosciuto anche come “Piedirosso”. Le vigne sull’isola si estendono dalle coste fino ai fitti pendii di montagna dove i terrazzamenti a picco sul mare vengono costruiti, ancora oggi, con rinforzi di muri a secco di pietra di tufo verde (le  cosiddette “parracine”). 

Rientro in pullman e pomeriggio relax.

In hotel è a disposizione (su prenotazione) una navetta gratuita per Ischia Porto AR.

Cena in hotel e pernottamento.


Sabato 15 ottobre: PROCIDA

Dopo la prima colazione in Hotel, transfer in traghetto o aliscafo alla vicina isola di PROCIDA, Capitale Italiana della Cultura 2022, a cui dedicheremo l’intera giornata di visita guidata.

Procida condivide con Ischia la natura vulcanica ma è, rispetto a quella e come anche alla vicina Capri, meno affollata. Una rigogliosa vegetazione sparsa di agrumeti e vigneti, le case dalle variopinte facciate che declinano dal giallo chiaro all’ocra al rosa: tutto evoca concretezza, tradizioni, purezza di una terra antica, autenticità. Qui la storia si intreccia con la bellezza incontaminata del territorio e l’atmosfera è quella un po’ fuori dal tempo immortalata nelle pagine dell’Isola di Arturo da Elsa Morante  o nelle immagini del Postino da Massimo Troisi.

Ci sposteremo sull’isola a piedi e ne visiteremo angoli nascosti e mete più note, come l’Abbazia di S. Michele Arcangelo, con il suo spettacolare belvedere a picco sul mare.

A metà giornata pranzo in ristorante e nel pomeriggio passeggiata guidata verso il Belvedere Elsa Morante.

Nel corso della giornata, con Annamaria, “LEGGERE PROCIDA a PROCIDA”: piccola selezione di brani letterari ambientati a Procida e letti ad alta voce.

A fine visite rientro in traghetto o aliscafo ad Ischia.

Cena in hotel e pernottamento.


Domenica 16 ottobre: ISCHIA – “Mamma li turchi”

Dopo la prima colazione in Hotel, transfer in pullman per una facile escursione trekking a cui dedicheremo la mattinata.

Saremo accompagnati da una Guida Ambientale Escursionistica e faremo la nostra passeggiata al ritmo delle canzoni popolari, rievocando storie legate al periodo delle incursioni saracene, molto frequenti durante i secoli in questo settore dell’isola.

  • Grado di difficoltà: T/E – Turistico/Escursionistico

  • Dislivello in discesa: 350 m.

  • Quota massima: 350 m.

  • Sviluppo complessivo del percorso: 3 km

  • Equipaggiamento: Scarpe da trekking, abbigliamento “a strati”, acqua

Lungo il percorso godremo della splendida vista su SANT’ANGELO, la piana di Succhivo e, più in là, sul Golfo di Napoli e su Capri. La discesa avverrà su una comoda scalinata in pietra immersa nella vegetazione a macchia mediterranea. Arrivati sulla spiaggia, nella zona delle fumarole, dove la sabbia arriva a sfiorare i 100° C, cucineremo sotto la sabbia il nostro frugale ma indimenticabile “merenda” a base di uova e patate.

Poi eccoci alla località un tempo chiamata Mer’Sarak in ricordo di una leggenda locale che narra di principesse e pirati. Da qui ammireremo la torre di avvistamento del Testaccio, con la vicina chiesa di San Giorgio, patrono dell’abitato e paladino della cristianità e poi passeremo per la caratteristica chiesetta di San Michele Arcangelo, difensore dalla minaccia saracena. Ad accoglierci infine il borgo marinaro di SANT’ANGELO, col suo pittoresco dedalo di viuzze.

Tempo a disposizione dei partecipanti per l’eventuale completamento del pranzo libero.

Rientro in pullman e pomeriggio relax.

In hotel è a disposizione (su prenotazione) una navetta gratuita per Ischia Porto AR.

Cena in hotel e pernottamento..


Lunedì 17 ottobre: ISCHIA – il Castello, Ischia Ponte, l’isola

Dopo la prima colazione in hotel, transfer in pullman a ISCHIA PONTE per la visita guidata al Castello Aragonese, sorto nel V secolo come presidio militare bizantino su un isolotto unito in epoca aragonese all’isola maggiore da un lungo ponte, costruito nel XV secolo. Il luogo, ricco di storia ed eventi legati alle varie dominazioni qui succedutesi, è di grande suggestione. Tra improvvisi e sempre diversi panorami si passeggia tra ruderi e antiche abitazioni in pietra, terrazze, giardini e orti, sentieri, vicoletti e cammini di ronda. Al Vignola è attribuito il progetto della chiesa di S. Pietro a Pantaniello. Nella cripta della cattedrale sono conservati affreschi giotteschi.

Passeggiata ad Ischia Ponte e tempo a disposizione per il pranzo libero.

Nel pomeriggio: giro guidato dell’isola in pullman riservato con soste panoramiche lungo il percorso. 

ISCHIA è l’isola più grande del golfo e con Procida e i Campi Flegrei condivide l’origine vulcanica. Numerose sono le sorgenti termali già note ai romani. Nell’Ottocento erano frequentate anche dai Borbone che prediligevano l’isola e contribuirono al miglioramento delle sue infrastrutture. In seguito Ischia fu luogo di cura amata dall’aristocrazia europea e negli Anni ’50 del Novecento visse un rilancio turistico come meta termale di richiamo legato al jet set e alle star del cinema internazionale.

Rientro in Hotel, cena e pernottamento


Martedì 18 ottobre: CAMPI FLEGREI – La Puteolis Romana

Dopo la prima colazione in Hotel, caricheremo i bagagli in pullman e col traghetto torneremo in terraferma per la nostra ultima mattinata di visite a POZZUOLI. Qui nel VI sec. a.C. i Greci fondarono Dikaiarchia, la “città del giusto governo” che entrò in breve a far parte dei territori sotto l’influenza di Cuma. Sotto i Romani essa divenne la colonia Puteolis, testa di ponte nei commerci col Mediterraneo orientale e soprattutto centro di raccolta del grano destinato all’Urbe.

La visita guidata al Rione Terra e al Macellum di Pozzuoli ci consentirà di scoprire le tracce del glorioso passato della città, definita in età romana “il porto di Roma”.

Il Rione Terra, cuore della città di Pozzuoli, abitato sin dal II secolo a.C., consente di scoprire la storia millenaria della città attraverso la visita agli ambienti sotterranei di età romana con i decumani, le botteghe, le taverne, i depositi, ancora perfettamente leggibili.

Il Macellum era il mercato cittadino, che si trovava a ridosso del porto, in prossimità del mare.

Inoltre l’Anfiteatro Flavio è il terzo per dimensioni dopo il Colosseo e l’anfiteatro di Capua (visita solo esterno per chiusura settimanale).

Dopo la visita guidata, pranzo in ristorante e transfer alla Stazione Centrale di NAPOLI in tempo utile per prendere il treno Italo delle 16.35 (orario da riconfermare). Fermate a Roma, Firenze, Bologna, Ferrara, Padova e arrivo previsto a Mestre (VE) alle 21.42.


QUOTE:

Quota a persona in camera doppia € 1.620

Supplemento camera DUS € 390 

Auricolari compresi al raggiungimento dei 15 partecipanti

Possibilità di stipulare Assicurazione-annullamento: € 90 (a persona in camera doppia) € 120 (a persona in camera DUS)


LA QUOTA COMPRENDE:

  • Treno Italo A/R Mestre/Napoli;
  • Trasferimenti  ed escursioni in Pullman GT riservato per tutta la durata del viaggio;
  • Trasferimenti in traghetto o aliscafo Pozzuoli/Ischia A/R con servizio bagaglio fino all’Hotel e Ischia/Procida A/R;
  • Tassa di soggiorno ad Ischia e Tassa di sbarco a Procida;
  • Sistemazione al Grifo Hotel Charme & SPA 4* ad Ischia;
  • Trattamento di pensione completa (cena con menù a scelta) con bevande incluse (1/4 vino + 1/2 acqua) per tutta la durata del tour, ad esclusione del pranzo libero del 6° giorno;
  • Aperitivo di benvenuto + omaggio cartina;
  • Uso della piscina scoperta con acqua a 36°C con cascata a parete ed idromassaggio
  • Uso del CENTRO BENESSERE con: Piscina Termale, Piscina emozionale con idromassaggio, Doccia nebulizzante, Area relax (SU PRENOTAZIONE)
  • Sconto presso le BOUTIQUE GRIFO
  • 1 maschera e massaggio viso incluso a pax
  • INGRESSI: Parco Archeologico a Cuma; Museo Archeologico Pithecusae, Giardini La Mortella e Castello Aragonese a Ischia; Abbazia di San Michele a Procida; Macellum e Rione Terra a Pozzuoli;
  • Visite guidate con Guida Turistica abilitata e/o Guida Ambientale Escursionistica; accompagnamento musicale nel trekking del 3° giorno con merenda cotta sotto la sabbia; merenda in cantina nel trekking del 5° giorno;
  • Accompagnamento Dott.ssa Annamaria Ferro;
  • Parcheggi e pedaggi ZTL ;
  • Assicurazione medica bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”. L’ordine delle escursioni potrà subire variazioni per motivi di ordine tecnico-pratico.

Durante il viaggio verranno raccolti dall’accompagnatrice € 25 a persona per le mance a guida, autista, personale dell’hotel.


PAGAMENTI:

Acconto all’iscrizione 30% da versarsi:

  • Direttamente in Agenzia o tramite bonifico bancario a DOIT Viaggi di I.T.P. Srl
  • Coordinate bancarie:

Monte dei Paschi di Siena – Filiale 2697 di Padova – 13, Via Giuseppe Verdi – Padova – PD

IBAN: IT 31 Q 01030 12190 000061256229

BIC: PASCITM1290

BENEFICIARIO: ITP SRL


ACCOMPAGNAMENTO:

Dott.ssa Annamaria Ferro

  • Cell. 328-8132206
  • info@iviaggidiannamaria.com
  • Web: www.iviaggidiannamaria.com

ORGANIZZAZIONE TECNICA:

  • DOIT Viaggi di I.T.P. Srl
  • Via Tiziano Aspetti, 246 – 35133 Padova
  • Tel. 049-618500 Fax 049613955
  • Email doit@doitviaggi.it
  • Web www.doitviaggi.com
  • Det. Reg. 2567 – Prot. 78723

SCARICA LE CONDIZIONI DI VIAGGIO:

Doit Viaggi – Condizioni generali di contratto di vendita


SCARICA l’Assicurazione Medico-Bagaglio SEMPRE COMPRESA con copertura COVID:

Doit Viaggi – Assicurazione Medico Bagaglio


SCARICA l’Assicurazione Annullamento FACOLTATIVA con copertura COVID:

Doit Viaggi – Assicurazione Annullamento e rimborso franchigia


MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

    Il tuo nome *

    La tua email *

    Telefono

    Titolo

    Oggetto

    Il tuo messaggio *

    *campo obbligatorio.

    [recaptcha]