PRAGA, BRESLAVIA, CRACOVIA, BRATISLAVA – 19/25 Settembre 2019 – 7gg

PRAGA, BRESLAVIA, CRACOVIA, BRATISLAVA – 19/25 Settembre 2019 – 7gg

POSTI ESAURITI

Nel cuore della Mitteleuropa: tra Repubblica Ceca, Polonia e Slovacchia.

Lungo fiumi dai nomi evocativi che profumano di storia: la Moldava, l’Oder, la Vistola, il Danubio.

Una cultura di impronta asburgica dalle tante e diverse radici: germanica, slava, ebraica, latina.

In aereo da Venezia a Praga (il ritorno da Vienna a Venezia) e poi in pullman riservato, approfittando degli spostamenti per rilassarsi ed assaporare, con l’accompagnatrice Annamaria, brani tratti dai tanti autori che hanno ben raccontato questi territori e questi popoli travagliati.

Un Tour in mezza pensione con guide parlanti italiano ed ingressi compresi. Quattro ottimi Hotel 4* in centro storico per vivere le città e goderle anche di sera.

Un viaggio ricco di suggestioni e fascino nella nostra cara e vecchia Europa.

PROGRAMMA

1° giorno: giovedì 19 settembre VENEZIA – PRAGA

Ritrovo dei partecipanti con l’accompagnatrice Dott.ssa Annamaria Ferro all’aeroporto Marco Polo di Tessera (VE) in tempo utile per il volo di linea Czech delle ore 11:40 con arrivo a Praga alle ore 13:25.

  • Possibilità di usufruire di un servizio transfer A/R da PADOVA o da NOVENTA di PIAVE all’Aeroporto di Tessera su richiesta. Costo a persona al raggiungimento dei 6 partecipanti: Euro 30,00 A/R. Da richiedere all’atto dell’iscrizione.
  • Su richiesta possibilità di partenza da altri aeroporti italiani.

Dopo il ritiro dei bagagli, trasferimento in città con pullman privato per la visita al Castello di Praga nella zona di Hradcany . Il Castello di Praga è il simbolo più importante dello Stato Ceco già da oltre un millennio. Fondato nel IX secolo, è stato la sede dei sovrani boemi e poi dei Presidenti della Repubblica. È uno dei più grandi complessi al mondo ed è formato da palazzi storici, civili ed ecclesiastici, fortificazioni, giardini e luoghi pittoreschi. Si estende su una superficie di 45 ettari. La veduta del Castello di Praga è considerata uno dei più affascinanti panorami al mondo.

Al termine delle visite raggiungiamo l’Hotel Caruso****, all’interno del Quartiere ebraico e a soli 5 minuti a piedi dalla Piazza della Città Vecchia. Assegnazione delle camere riservate e cena in hotel.


“Se guardi di lassú Praga, che accende ad una ad una le sue luci, ti senti come uno che volentieri si getterebbe a capofitto in un lago chimerico, nel quale gli sia apparso un castello incantato con cento torri. Questa sensazione in me si ripete quasi sempre ogni volta che su quel nero lago di tetti stellati mi sorprende lo scampanio vespertino.”
Gerard De Nerval


2° giorno: venerdì 20 settembre PRAGA
Dopo la prima colazione in hotel, giornata interamente dedicata alle visite della capitale della Repubblica Ceca, una delle città più belle al mondo. Il suo eccezionale centro storico, iscritto dal 1992 nella lista del Patrimonio dell’Umanità UNESCO, abbraccia undici secoli di storia e affascina i visitatori per la sua architettura straordinaria, le vedute mozzafiato e l’atmosfera intima e romantica.

Iniziamo dalla Città Vecchia (Staré Mesto) il cuore storico di Praga. E’ la zona più antica, nata dai primi insediamenti dei boemi nell’XI secolo sulla riva destra del fiume Moldava. Un pittoresco labirinto di vicoli e viuzze medievali che circondano la Piazza della Città Vecchia, la più importante del centro storico e da sempre il punto di ritrovo per praghesi e turisti.

Qui si trovano il Municipio con il 400esco orologio astronomico, la Chiesa di Santa Maria di Týn, con le sue sontuose guglie, la Chiesa di San Nicola, dalla bianca facciata barocca, il Palazzo dei Kinský, in stile rococò e oggi sede della Galleria Nazionale, la Casa alla Campana di Pietra, palazzo gotico del XIV secolo ed il monumento a Jan Hus, riformatore religioso ed eroe ceco. Diversi altri edifici nei colori pastello completano la piazza.


Il Municipio è uno dei più suggestivi edifici di Praga. Fu fondato nel 1338 come sede dell’autonomia  cittadina, ma durante i secoli si è ampliato inglobando diverse case adiacenti. Oggi è costituito da una fila di edifici gotici e rinascimentali variamente colorati la maggior parte dei quali è stata accuratamente restaurata dopo i danni provocati dai nazisti durante la sollevazione di Praga nel 1945. L’orologio astronomico attira ad ogni scoccare dell’ora una piccola folla di curiosi per assistere alla processione dei 12 Apostoli: la Morte impersonata dallo scheletro tira la fune che ha nella mano destra e capovolge la clessidra che ha nella sinistra. A questo punto si aprono due finestrelle e, guidato da S. Pietro, esce il corteo dei 12 apostoli. Al termine della rappresentazione un gallo canta e l’orologio batte le ore.Altre figure mobili sono. un Turco che scuote la testa, la Vanità che si guarda allo specchio e la Cupidigia, un adattamento dello stereotipo medievale dell’usuraio ebreo.


Continuiamo con la visita al famoso Ponte Carlo, il più antico dei ponti praghesi che unisce la Città Vecchia a Malá Strana, il Piccolo Quartiere.  Fino al 1741 è stato l’unico ponte sulla Moldava. Lungo 520 metri è costruito con blocchi di arenaria, si dice impastando la malta con le uova. Fu commissionato da Carlo IV nel 1357 per sostituire il Ponte di Giuditta, distrutto da una piena del fiume. E’ fortificato alle due estremità da magnifiche torri. In origine l’unica decorazione che lo adornava era una semplice croce lignea, ma dal 1683 al 1928 sui pilastri del ponte sono state collocate 30 statue di santi. La prima e più importante è quella di San Giovanni Nepomuceno, ispirata alle sculture del Bernini sul ponte Sant’Angelo a Roma.

Ed eccoci alla Città Nuova (Nové Město), che nel 1348 nacque con lo scopo di dotare il centro di Praga di un’area satellite che svolgesse prettamente una funzione commerciale ed ancora oggi conserva questa caratteristica.


Era il momento in cui la città, divenuta sede del Sacro Romano Impero, godeva del massimo splendore e si apriva a nuove esigenze di crescita e sviluppo. Diverse attività che si trovavano nella Città Vecchia o nel Quartiere Piccolo chiusero i battenti per trasferirsi proprio qui, nel cuore pulsante del commercio. Re Carlo si appassionò tanto alla sua realizzazione da volerne assolutamente decidere e tracciare il progetto e si assunse la responsabilità di seguire personalmente i lavori. Con idee geniali e una visione molto moderna per l’epoca, creò  una Città Nuova dalle linee stilistiche futuristiche, con viali molto larghi e tre ampie piazze principali nelle quali si svolgevano i principali mercati. Verso la fine dell’800 quest’area della città fu in gran parte demolita e ristrutturata e ciò che possiamo vedere oggi è frutto di diverse opere di ricostruzione. Il risultato è un mix di stili e linee architettoniche che nella loro diversità formano un complesso delizioso.


Piazza Venceslao, centro commerciale ed amministrativo della città, è il luogo di molti eventi sociali e storici importanti. Qui nel 1969 lo studente Jan Palach si diede fuoco, qui la marcia contro la polizia che sfociò nella Rivoluzione di velluto. La piazza è dominata dall’edificio del Museo Nazionale (1885–1891) e dalla statua di San Venceslao. Non molto distante sorge il famoso Teatro Nazionale, tempio della musica e sontuoso edificio riccamente decorato, inaugurato nel 1881 e simbolo della rinascita culturale ceca tra il tardo Ottocento e l’inizio del Novecento.

La seconda parte della giornata sarà dedicata a Malá Strana, il Piccolo Quartiere, uno dei più vecchi e suggestivi quartieri praghesi, in cui si trova l’isola di Kampa, anche chiamata la Venezia di Praga, tra le zone più romantiche e pittoresche della città. Oggi la parte meridionale dell’isola è ricoperta da un parco, mentre a nord si trovano eleganti alberghi, ristoranti e ambasciate. L’atmosfera è rilassata e, passeggiando per viuzze, tra curiose opere d’arte moderna si giunge al muro Lennon, ricoperto di graffiti e frasi ispirate al famoso musicista dei Beatles. Negli anni Ottanta divenne per i giovani praghesi un importante simbolo di pace, libertà e fratellanza.

In serata rientro in hotel. Cena in birreria tipica.


“Praga non giuoca a carte scoperte. La civetteria antiquaria, con cui va fingendo di essere ormai solamente natura morta non fa che accrescere il suo maleficio. Si insinua sorniona nell’anima con stregamenti ed enigmi, dei quali solo essa possiede la chiave. Praga non molla nessuno di quelli che ha catturato.”
A. M. Ripellino


3° giorno: sabato 21 settembre PRAGA – BRESLAVIA (275 km)
Dopo la prima colazione, lasciamo la città di Praga e partiamo per la Polonia, con prima meta Breslavia. La città è stata da poco insignita di un ambito riconoscimento: “European Best Destination 2018”, cioè miglior destinazione europea, una sorta di Oscar del turismo. Qui visitiamo la Città Vecchia con le magnifiche chiese gotiche, l’Università con la sua architettura di epoca barocca, il Municipio, vero gioiello in stile gotico-rinascimentale. Nota anche con il nome polacco di Wroclaw, siamo in una tra le più grandi città polacche, nonché capitale della Slesia, regione al confine con la Germania. In quanto sede di un’antica e prestigiosa università ha sempre ricoperto un ruolo di centro culturale di primo piano e polo economico ricco di importanti aziende; ha un carattere assolutamente giovane e dinamico e vi si respira un’atmosfera particolare, che unisce il fascino della storia ad una grande modernità. Opere moderne come la Fontana Multimediale o edifici avveniristici come la Skytower ne sono un esempio. Pur vivendo un momento di grande espansione, la città conserva ancora una dimensione a misura d’uomo.

  

Al termine delle visite, sistemazione presso l’Hotel HP Park Plaza****, in posizione centrale, affacciato sul fiume Oder che attraversa la città, a 700 m dalla Cattedrale. Cena e pernottamento in hotel.


Una curiosità
A Breslavia è tradizione cercare gli “gnomi”: trovateli e toccategli la testa, porterà fortuna.
Mentre passeggiate per le vie di Breslavia cercate con lo sguardo, sparsi in ogni angolo del centro storico, centinaia di piccoli gnomi che aspettano solo di essere scoperti. Sono sempre indaffarati: mangiano il gelato, prelevano contante al bancomat, si avviano con i bagagli per un lungo viaggio o se ne vanno in giro in motocicletta. Fanno la guardia alla loro città sotterranea o semplicemente dormono placidi in un piccolo lettino. C’è anche uno gnomo malandrino che si è fatto arrestare e guarda tristemente i passanti da dietro le sbarre. Tra questi c’è lo gnomo che dà il benvenuto a tutti gli umani che visitano la città. Si chiama Życzliwek ed accoglie i visitatori nella piazza principale della città vecchia. È uno degli gnomi più popolari di Breslavia e ha anche il suo profilo Facebook. Gli gnomi di Breslavia sono diventati il simbolo e una vera e propria attrazione turistica, ma hanno una storia che risale agli ultimi anni del regime comunista polacco. Negli anni Ottanta in Polonia a Wrocław nacque uno strano movimento chiamato “Alternativa arancione”, che contestava il regime in modo alternativo, originale e pacifico con strumenti satirici e non-sense. Come ad esempio assurdi graffiti raffiguranti dei nani, che venivano dipinti dove le autorità avevano cancellato precedenti slogan di protesta. Poi man mano gli gnomi avanzarono e divennero il simbolo della protesta, che è stata la più pittoresca della Polonia ed ha avuto molti contatti con l’ala politica dell’opposizione, per intenderci quella che faceva capo a Solidarnosc e a Walesa. Nel 2001, per commemorare “Alternativa Arancione”, fu installata la statua di uno gnomo su Via Świdnicka, una delle prime strade dove era iniziata la protesta. Ecco, questa installazione segna la data di nascita ufficiale della “Città degli gnomi”.


4° giorno: domenica 22 settembre BRESLAVIA – CRACOVIA (270 km)
Dopo la prima colazione in hotel, partenza in direzione di Cracovia.
La città sorge sulle rive della Vistola. Antica capitale e residenza di re, centro della cultura polacca esercita da sempre una forte attrazione grazie al fascino della sua atmosfera “magica”, ai monumenti e ai tesori artistici che hanno superato quasi indenni le distruzioni della Seconda Guerra Mondiale. Il centro storico è stato riconosciuto dall’UNESCO come uno dei dodici complessi architettonici più preziosi del mondo. Proprio qui è attiva una delle più antiche università europee, l’Università Jagellonica fondata nel 1364. E’ chiamata la città delle 1000 chiese e dal XVI secolo è soprannominata l’Altera Roma, cioè la “Seconda Roma”. Tra gli altri simboli di Cracovia ricordiamo gli obwarzanki, una sorta di ciambelle salate, le collane d’ambra, le carrozze sulla Piazza del mercato, dove dal 1937 si organizza il tradizionale concorso dei presepi.

 


Iniziamo la visita guidata dalla collina di Wawel, il luogo più suggestivo e famoso di tutta la Polonia. Qui la Cattedrale gotica custodisce all’interno le Tombe reali e la Cappella di Sigismondo (Kaplica Zygmuntowska), costruita nel 1519-1533 da Bartolomeo Berrecci come cappella funeraria per l’ultimo degli Jagelloni e considerata da molti storici dell’arte “il più bell’esempio del Rinascimento toscano a nord delle Alpi”.  Proseguiamo poi con il Museo Nazionale di Cracovia dove potremo ammirare il famoso dipinto di Leonardo da Vinci, “La dama con l’ermellino”.

Sistemazione presso l’Hotel Golden Tulip Kazimierz****, situato nello storico quartiere ebraico Kazimierz di Cracovia, a pochi passi dalla vivace piazza Wolnica. Qui il centro della vita religiosa e sociale della Cracovia ebraica fino alla deportazione di massa della comunità locale avvenuta durante l’occupazione nazista. Cena e pernottamento in hotel.


5° giorno: lunedì 23 settembre CRACOVIA e le miniere di sale di WIELICZA (50 km)
Dopo la prima colazione in hotel, in mattinata continuazione della visita guidata della Città vecchia, racchiusa entro un anello alberato chiamato Planty. La Via Reale (Ulica Grodzka) ci conduce al centro, là dove si trova la Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale di tutta Europa (200 x 200 m.). Ammiriamo la Chiesa di Santa Maria Vergine con il bellissimo altare ligneo 400esco, il Collegium Maius dell’Università Jagellonica, di cui Nicolò Copernico fu uno dei più celebri studenti. L’edificio del Collegium Maius accoglie il Museo dell’Università, con un’estesa collezione di antichi strumenti utilizzati in astronomia, meteorologia, cartografia, fisica e chimica.

Nel pomeriggio escursione alla miniera di sale di Wieliczka, dal 1978 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Essa forma una città sotterranea incredibile e unica al mondo con corridoi, camere, laghi e sculture di sale. Il clou della visita sarà la cappella di Santa Kinga con l’altare e il pulpito scolpito nel sale. Vi si trova la copia del Cenacolo di Leonardo da Vinci, anch’essa tutta scavata nel sale.

In serata rientro a Cracovia, cena e pernottamento in hotel.


6° giorno: martedì 24 settembre CRACOVIA – BRATISLAVA (470 km)
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per Bratislava, capitale della Slovacchia, bagnata dal fiume Danubio.
Bratislava è forse una delle poche città al mondo, il cui nome sia stato deciso da un concorso pubblico. Agli abitanti non piaceva il nome tedesco di Pressburg con cui veniva chiamata quando era capitale del Regno d’Ungheria sotto il dominio degli Asburgo. Ancora oggi gli austriaci, che a migliaia si riversano a Bratislava ogni fine settimana, continuano a chiamarla cosi. Fino a pochi anni fa era considerata una città di passaggio per chi voleva andare a Vienna o Budapest, mentre oggi la capitale slovacca è divenuta una meta popolare per chi cerca una bella cittadina ordinata, pulita, tranquilla e ricca di attrazioni.

La Città vecchia, Stare Mesto, si stende ai piedi dell’imponente castello. L’ingresso avviene attraverso la caratteristica Porta di San Michele, antica porta d’accesso alla città medievale sulla cui torre con campanile a bulbo spiccano le statue di San Michele e il Drago. Il Vecchio Municipio, il palazzo più antico della città ed anche il primo municipio della Slovacchia, è uno degli edifici più significativi della capitale. La sua struttura comprende diversi edifici che vanno dal medioevo al rococò e furono uniti in un unico palazzo. Il Castello di Bratislava con le sue quattro torri angolari, sovrasta la città e ne delinea il profilo dall’alto di una collina di 74 metri sul Danubio. Da qui il panorama è bellissimo, con i tetti rossi della Città Vecchia e il ponte “Novy Most” che collega le due rive del fiume. La Cattedrale di Bratislava (Duomo di San Martino) è l’edifico religioso più grande e importante della “Bella sul Danubio”come viene definita la città. Per secoli la chiesa dedicata al misericordioso cavaliere cristiano, è stata il centro della vita sociale, spirituale e culturale della città. La sua fama crebbe quando divenne la sede delle incoronazioni dei sovrani d’Ungheria: per oltre due secoli e mezzo (dal 1563 al 1830) tra le sue mura ben undici monarchi del paese, tra cui Maria Teresa d’Asburgo, si cinsero il capo con la Corona di Santo Stefano. Per ricordare i trascorsi reali della città, sulla cima del campanile neogotico alto 87 metri, si trova una copia della corona imperiale ungherese ricoperta d’oro dal peso di 300 kg poggiante su un cuscino di 2×2 m.

Sistemazione presso l’Hotel Radisson Blu Carlton**** situato proprio nel centro della città, in un edificio storico risalente al XIII secolo   La struttura sorge nelle vicinanze della zona dello shopping e di eleganti ristoranti, a pochi passi dal Teatro Nazionale Slovacco e dall’Orchestra Filarmonica.

Cena e pernottamento in hotel.


7° giorno: mercoledì 25 settembre BRATISLAVA – VIENNA – VENEZIA 
Dopo la prima colazione in hotel, mattinata a disposizione. Nel primo pomeriggio partenza in direzione di Vienna (50 km) fino a raggiungere l’aeroporto internazionale. Partenza con il volo di linea Austrian Airlines OS 529 alle ore 17:20. Arrivo a Venezia alle ore 18:25 (su richiesta rientro su aeroporti diversi). Rientro dei partecipanti alle rispettive destinazioni.


PREZZI E DETTAGLI
Quota di partecipazione a persona € 1520
Supplemento singola € 350

Gruppo di minimo 15 / massimo 25 partecipanti.

Supplemento per trasferimento facoltativo da Noventa di Piave all’aeroporto a/r € 30

Assicurazione facoltativa contro l’annullamento per motivi medici, senza franchigia € 80

L’iscrizione e la partecipazione al viaggio sono regolati dal Contratto di Viaggio riportato nel sito www.doitviaggi.com e disponibili presso la nostra sede; la quota include una “Polizza di assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e danni al bagaglio” fornita da AXA. Le normative, i massimali assicurati e le possibili integrazioni sono riportati nel sito www.doitviaggi.com e disponibili presso la nostra sede.


LA QUOTA COMPRENDE:
– volo di linea Czech Airlines Venezia/Praga in classe economica;
– volo di linea Austrian Airlines Vienna/Venezia in classe economica;
– tasse aeroportuali (al 12/12/2018 pari a 88,60 eur);
– 6 pernottamenti negli hotel indicati o similari; – trattamento di mezza pensione, prima colazione e cene in hotel, una cena in birreria tipica a Praga;
– tour con servizi privati e guide locali parlanti italiano;
– ingressi ai siti;
– accompagnatrice Dott.ssa Annamaria Ferro dall’Italia; – assicurazione medico bagaglio.


LA QUOTA NON COMPRENDE:
– bevande, extra personali e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”;
– le mance pari a EURO 40 che verranno raccolte in loco dall’accompagnatrice;
– assicurazione contro l’annullamento per cause mediche certificate senza franchigia: € 80 DOIT VIAGGI


PAGAMENTI:

Acconto all’iscrizione 30% da versarsi:

  • Direttamente in Agenzia o tramite bonifico bancario a DOIT Viaggi di I.T.P. Srl
  • Coordinate bancarie:
  • Monte dei Paschi di Siena – Filiale 2697 di Padova – 13, Via Giuseppe Verdi – Padova – PD  
  • IBAN: IT 31 Q 01030 12190 000061256229
  • BIC: PASCITM1290 
  • BENEFICIARIO: ITP SRL 

Saldo 30 gg prima della partenza.


INFORMAZIONI e ACCOMPAGNAMENTO:

Dott.ssa Annamaria Ferro

  • Cell. 328-8132206
  • info@iviaggidiannamaria.com
  • Web: www.iviaggidiannamaria.com

ORGANIZZAZIONE TECNICA e ISCRIZIONI:

 

DOIT Viaggi di I.T.P. Srl

  • Via Tiziano Aspetti, 246 – 35133 Padova
  • Tel. 049-618500 Fax 049613955
  • Email doit@doitviaggi.it
  • Web www.doitviaggi.com
  • Det. Reg. 2567 – Prot. 78723

SCARICA IL PROGRAMMA:

I Viaggi di Annamaria – Programma Praga 2019

SCARICA LE CONDIZIONI DI VIAGGIO:

Doit Viaggi – Condizioni generali di contratto di vendita

SCARICA L’ASSICURAZIONE MEDICO-BAGAGLIO:

Doit-Viaggi-Assicurazione-Medico-Bagaglio

SCARICA L’ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO:

Assicurazione Annullamento e rimborso franchigia


PENALI:
Al viaggiatore che receda dal contratto prima della partenza per qualsiasi motivi anche imprevisto e sopraggiunto, al di fuori delle ipotesi elencate al primo comma, saranno addebitati – indipendentemente dal pagamento dell’acconto di cui all’art.7 comma 1 – il costo individuale di gestione pratica e l’eventuale corrispettivo di coperture assicurative già richieste al momento della conclusione del contratto o per altri servizi già resi, adeguate e giustificabili spese di risoluzione preventivamente indicate nei programmi alla voce Penali da recesso, salvo eventuali condizioni più restrittive – legate a periodi di alta stagione o di piena occupazione delle strutture – che verranno comunicate al viaggiatore in fase di preventivo e quindi prima della conclusione del contratto:
a. 10% della quota di partecipazione fino a 46 giorni prima della partenza (per quanto riguarda la biglietteria aerea ai sensi della normativa che regola la relativa tariffa;
b. 30% della quota di partecipazione da 45 a 31 giorni prima della partenza;
c. 50% della quota di partecipazione da 30 a 21 giorni prima della partenza;
d. 75% della quota di partecipazione da 20 a 15 giorni prima della partenza;
e. 100% della quota di partecipazione da 14 giorni prima della partenza.
Nessun rimborso spetta a chi rinuncia il giorno ante partenza o il giorno stesso, o decida di interrompere il viaggio a soggiorno già intrapreso. Il calcolo dei giorni non include quelli di recesso e di partenza.
ATTENZIONE
In caso di annullamento o cambio nome di biglietti aerei di linea, aerei low cost o traghetti abbinati al pacchetto, già emessi, o altri servizi già acquistati e non rimborsabili la penale applicata sarà pari al 100% del costo del biglietto o servizio.

MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

Modulo richiesta informazioni

Il tuo nome *

La tua email *

Telefono

Oggetto

Il tuo messaggio *

*campo obbligatorio.

[recaptcha]